Ma Come vengono le emorroidi e perchè vengono? I motivi sono molteplici.

Posted on

Le emorroidi interne possono essere distinte in: Le emorroidi sono una delle patologie principali che colpiscono il canale anale.

Vengono rimosse sia le emorroidi interne che quelle esterne e il decorso post operatorio è molto doloroso in quanto vengono lasciate delle ferite aperte per consentire la cicatrizzazione spontanea. Parte 2 1 La principale causa delle emorroidi è lo sforzo durante l’evacuazione; se eserciti pressione sulle vene del retto e dell’ano, puoi causare gonfiore irritante che inizia a dolere. Si può anche sviluppare una ragade anale durante il parto a causa dello sforzo che puà provocare delle lesioni all’ano. Le emorroidi interne sono spesso indolori, ma se sono di grandi dimensioni, possono provocare un prolasso con fuoriuscita di tessuto dal canale anale. Le emorroidi, che possono essere sia interne che esterne, sono dilatazioni della rete vascolare che abbraccia il canale anale, con tendenza al prolasso e alle emorragie. Le emorroidi non sono tutte uguali, esse vengono classificate in base alla posizione - esterne o interne al canale anale - o alla gravità. Quelle esterne invece sono particolarmente fastidiose, perchè nascono e si sviluppano all’esterno dell’ano a causa della pressione applicata dalle feci sull’anello anale. Dolore, le emorroidi interne non sono dolorose, a differenza di quelle esterne che sono particolarmente fastidiose quando escono dall’ano a causa della pressione sull’anello anale. Per le donne una delle cause maggiori è il periodo della gravidanza, ma se escludiamo questa causa, solitamente le persone più colpite sono i maschi adulti.

Come si distinguono le emorroidi? Quali sono le cause e i sintomi delle emorroidi? E la cura? Scopriamolo in questo articolo.

  • Tuttavia, le emorroidi non sono l’unica causa possibile di questi sintomi, devi quindi farti visitare dal medico per escludere altri possibili problemi di salute.

Tra le cause vengono incluse anche il fare poca o nessuna attività fisica, lo stare in posizione seduta per prolungati periodi di tempo e la tosse cronica.

Le emorroidi sono delle strutture poste nell’orifizio anale dove si intrecciano numerosi vasi sanguigni che possono essere soggette ad infiammazione. Anche se le cause precise delle emorroidi sono incerte, si ritiene siano dovute ad alcuni fattori che accrescono la pressione addominale, tra cui costipazione, diarrea, sforzo nel defecare e gravidanza. Studi recenti mostrano che i pazienti con emorroidi tendono ad avere la muscolatura liscia del canale anale più stretta della media, anche quando non è sotto sforzo. Altre cause che possono condurre alle emorroidi sono: una dieta povera di fibre, il rapporto anale, il restare seduti per un tempo prolungato sopra il water, tensione dei movimenti intestinali. In India, dove un’alta percentuale della popolazione soffre di dissenteria cronica, a ben il ventotto per cento dei dissenterici vengono le emorroidi. Classificazione delle emorroidi (scala Goligher): I Grado Segni: Le emorroidi sono visibili alla proctoscopia e possono fuoriuscire sotto sforzo, ma non sono prolassate. Le emorroidi possono essere scatenate anche da attività fisiche che richiedono un certo sforzo. Ogni grado si differenzia dall’altro per gravità e sintomatologia: Le cause delle emorroidi interne sono numerose e variegate. Quando queste escono fuori, spinte dallo sforzo per la defecazione si parla anche di prolasso dell’emorroide.

Quali sono le cause delle emorroidi esterne ed interne?

  • sviluppata nell’ambito delle marische, le pieghe sottocutanee non dolenti che spesso vengono chiamate impropriamente emorroidi esterne.

Le emorroidi sono una delle cause più comuni di sanguinamento anale.

Le emorroidi sono dette interne quando rimangono all’interno mentre vengono definite esterne se fuoriescono dall’apertura anale rendendosi visibili ad occhio nudo. Diverse sono le cause che possono portare alla comparsa delle emorroidi: Obesità Sulle emorroidi dilatate possono crearsi delle fissure, con conseguente comparsa di sanguinamento in seguito all’aumentata pressione interna, soprattutto durante lo sforzo della defecazione. Se la mucosa del retto “prolassa”, cioè scivola in basso nel canale anale, trascina nel canale anale stesso le emorroidi che vengono considerate di II grado. Possono essere causa di disturbi importanti della defecazione, sanguinare e strangolarsi, causando un intenso dolore anale. Le emorroidi sono dei vasi sanguigni normalmente presenti nel canale anale di tutte le persone, anche in quelle sane, e possono essere interne o esterne. Inoltre, in base alla gravità, vengono solitamente classificate in 4 gradi: - : le emorroidi sono interne e, in caso di sforzi eccessivi, potrebbero fuoriuscire e sanguinare. - : le emorroidi fuoriescono dal canale anale, ma possono essere ricondotte all’interno manualmente - : le emorroidi sono esterne e completamente prolassate. Un altro fattore di causa delle emorroidi potrebbe essere anche il sesso anale.

Ma Come vengono le emorroidi e perchè vengono? I motivi sono molteplici.

  • processi infiammatori cronici nella regione anale;
  • debolezza congenita del tessuto connettivo;
  • malattie tumorali;
  • abuso di lassativi;
  • stasi ematica nella regione anale.

Vi chiederete, però, come sia possibile che la diarrea che rappresenta una patologia dove le feci vengono espulse senza sforzo, possa causare la patologia emorroidale.

Tipiche sono le emorroidi esterne trombizzate in gravidanza, così come in tutte quelle situazioni in cui lo sforzo defecatorio risulta eccessivo per estrema durezza delle feci. Molti altri fattori aggravano il rischio di sviluppare questa condizione come la stipsi cronica o diarrea, l’obesità, cirrosi, invecchiamento, sforzo per spostare le feci e la gravidanza. La causa delle emorroidi esterne: Le vene emorroidali rimuovono i rifiuti dall’ano, passano attraverso i grandi cuscini emorroidari sul lato interno del canale anale . Tuttavia, le emorroidi interne possono causare un grave dolore se sono completamente “prolassate”, cioè sporgono dall’apertura anale e non si riesce a spingerle all’interno. Terzo-grado: Le emorroidi sono uscite attraverso l’ano durante lo sforzo, ma serve una spinta manuale per rimetterle nel canale anale; Un prolasso delle emorroidi interne ha le seguenti caratteristiche: Le emorroidi possono anche causare prurito anale o prurito intorno all’ano e una costante sensazione di dover evacuare (tenesmo). 2 Tra le cause più comuni delle emorroidi figurano la stitichezza e lo sforzo eccessivo durante la defecazione. Spingere per liberarti senza l’impulso naturale del corpo causa uno sforzo eccessivo sulla muscolatura interna, aumentando il rischio di far scendere le emorroidi. Le emorroidi esterne sono spesso causa di prurito , bruciore o sanguinamento e possono essere dolorose, infiammato e gonfio. Feci dure e secche possono portare alla formazione di emorroidi interne a causa della pressione esercitata sul canale anale. Anche in questo caso le cause sono dovute allo sforzo che il corpo deve sopportare durante gli esercizi di sollevamento pesi. Nel caso di emorroidi post parto, inoltre, la causa principale può essere lo sforzo dovuto alle spinte per partorire il quale può provocare un prolasso che causa le emorroidi. Le emorroidi, che sono fondamentalmente una dilatazione delle vene situate nel canale anale e possono essere suddivise in interne ed esterne, vengono ad essere generate da varie cause. È possibile classificare le emorroidi interne secondo il grado di prolasso (caduta di un organo a causa del rilassamento dei tessuti) del canale anale. Il trattamento delle ragadi anali è differente rispetto a quello per le emorroidi e, in diverse occasioni, la causa principale deriva dalla stitichezza cronica.